Manchester by the Sea (2016)

Manchester by the Sea (2016)

2016T2h 17min
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Viene chiesto a uno zio depresso di prendersi cura di suo nipote adolescente dopo che il padre del ragazzo muore.

Regia

Sceneggitore

Star

Casey Affleck

Casey Affleck

Michelle Williams

Randi Chandler

Kyle Chandler

Joe Chandler

Lucas Hedges

Patrick

Ivy O'Brien

Young Patrick

Richard Donelly

Mr. Martinez

Virginia Loring

Mrs. Groom

Quinchy Tyler

Marianne

Missy Yager

Mrs. Olsen

Stephen McKinley

Mr. Emery

Ben Hanson

Lenny

Mary Mallen

Sharon

Lewis D. Wheeler

1st Businessman at Bar

Anthony Estrella

2nd Businessman at Bar

Trama

Lee Chandler è un solitario cupo e irritabile che lavora come tuttofare per un condominio di Boston. Un umido giorno d’inverno riceve una chiamata che lo chiama nella sua città natale, a nord della città. Il cuore di suo fratello ha ceduto all’improvviso ed è stato nominato tutore di suo nipote di 16 anni. Come se la perdita dell’unico fratello e i dubbi sulla crescita di un adolescente non bastassero, il suo ritorno al passato riapre una tragedia indicibile

Trivia

Kenneth Lonergan: nei panni del pedone di Manchester che prende in giro Lee Chandler per essere un cattivo genitore.

Movie Review

Affrontare le conseguenze di una tragedia trasforma un padre di famiglia un tempo caloroso ed esuberante in un solitario solenne, ritirato e arrabbiato nel dramma agrodolce di Kenneth Lonergan (“Margaret”) Manchester by the Sea, uno dei migliori film del 2016. Ambientato nel pittoresca città di Manchester, sulla costa settentrionale del Massachusetts, il direttore della fotografia Jody Lee Lipes (“Martha Marcy May Marlene”) cattura l’aspra bellezza della cittadina del New England con le sue baie piene di pescherecci da traino e le sue strade invernali e gli edifici municipali ricoperti di un bianco scintillante. È una città che sembra non essere cambiata da decenni, o addirittura secoli.

Lee Chandler, in una performance inquietante di Casey Affleck (“Interstellar”), è un custode/tuttofare che trascorre le sue giornate a dipingere, fare piccoli lavori di idraulica, riparare perdite e così via o semplicemente dare consigli assicurandosi di evitare qualsiasi interazione sociale con le persone per cui lavora. Le sue notti trascorrono a bere da solo nei bar dove inizia a litigare oa casa a guardare la TV nel suo piccolo appartamento. Non vi è alcun accenno durante la prima mezz’ora del film su ciò che lo ha portato al suo attuale stato di squilibrio, ma nella sua morbosa incapacità di esprimere i suoi pensieri, sappiamo che qualcosa di non detto sta guidando il suo bisogno di isolamento.

Lee ha vissuto nella vicina Quincy ma, quando suo fratello maggiore, Joe (Kyle Chandler, “Carol”) soccombe a un attacco di cuore, deve tornare a Manchester per organizzare il funerale e assistere alla lettura del testamento e per affrontare il persone da cui si è allontanato. Il suo dolore per la morte di suo fratello si trasforma, tuttavia, in shock, quando scopre di essere stato nominato tutore legale del figlio sedicenne di Joe, Patrick (Lucas Hedges, “The Grand Budapest Hotel”), un popolare studente delle superiori. Dal momento che la madre di Patrick, Elise (Gretchen Mol, “Anesthesia”) è un’alcolizzata che ha lasciato la città molto tempo fa, Lee è l’unica persona che può assumersi il compito.

È uno, tuttavia, per cui non si sente pronto. Alla fine, viene rivelato l’evento seminale che ha cambiato per sempre la vita di Lee, rappresentato in modo diretto senza istrioni o assecondare, anche se la musica barocca abusata tende ad amplificare il dramma oltre ciò che è necessario. In un flashback, vediamo che Lee una volta era un felice padre di famiglia con una moglie amorevole Randi (Michelle Williams, “Suite Française”) e tre bambini piccoli e lo vediamo scherzare con il suo giovane nipote Patrick (Ben O’Brien) sul loro peschereccio. Assumendo la responsabilità di essere una figura paterna per Patrick, intravediamo l’uomo che era Lee.

Il dialogo tra l’abrasivo Lee e l’esuberante e dalla lingua tagliente Patrick sembra reale e senza astuzie, ma incanalare l’intesa che hanno insieme per ricostruire la sua vita è una sfida. Manchester by the Sea è un film serio ma equilibrato dall’umorismo. In una di queste scene, Patrick tenta goffamente di nascondere a sua madre l’ovvio sullo studio nella sua stanza con la sua ragazza. Un altro incidente divertente ha luogo quando Lee viene usato come copertura per la giocoleria surrettizia di Patrick delle sue due fidanzate. Le questioni tra loro prendono un tono più serio, tuttavia, quando Lee è convinto che lui e Patrick dovrebbero trasferirsi a Boston, un suggerimento a cui Patrick si ribella, citando le sue amiche del liceo, il suo essere nella squadra di calcio e il suo gioco nel banda della scuola.

Sebbene Michelle Williams abbia un piccolo ruolo, si trasforma in una delle sue migliori interpretazioni. In un potente confronto con Lee, è chiaro che lei lo ama ancora, ma si è sentita in dovere di sopprimerlo per seppellire il passato e andare avanti. Il Manchester by the Sea appartiene a Casey Affleck, tuttavia, che realizza quella che è probabilmente la migliore prestazione della sua carriera. Il film non ha il tipo di risoluzione che potresti aspettarti, ma quello che ha sono persone reali di cui vuoi far parte e sai che quel mondo non può accadere solo nei film , ma una vera esperienza di vita vissuta pienamente in tutto il suo dolore e tutta la sua gioia.

Produttore

Musiche

Fotografia

Montaggio

Luoghi delle riprese

Distribuzione

Data di uscita

Paese di origine

Lingue

Aziende produttrici

Dettagli Tecnici

Altre pagine da esplorare

Guarda Anche

0
Rated 0 out of 5

Non ci sono ancora recensioni. Sii il primo a scriverne una